• Confartigianato Trieste

  • Confartigianato Trieste


CREDITO – Crédit Agricole Italia e Confartigianato siglano accordo nazionale per la ripresa in chiave sostenibile

Arriva da Crédit Agricole Italia e Confartigianato Imprese una nuova iniziativa a sostegno della ripresa in chiave sostenibile. Roberto Ghisellini, Vice Direttore Generale del gruppo bancario, e Marco Granelli, Presidente dell’Associazione, hanno siglato un accordo nazionale che integra le misure straordinarie messe in atto dal Governo con le azioni di sostegno attuate da Crédit Agricole Italia, mettendo a disposizione delle imprese associate soluzioni finanziarie innovative per gli interventi previsti dai meccanismi del Superbonus 110% e dagli altri incentivi fiscali introdotti dal Decreto Rilancio.

La Banca, potrà acquisire direttamente i crediti maturati dagli associati a Confartigianato Imprese attraverso la formula della cessione pro-soluto.

Inoltre, per garantire ai soci di Confartigianato Imprese la liquidità necessaria all’avviamento dei cantieri di riqualificazione, Crédit Agricole Italia mette a disposizione finanziamenti dedicati per affiancarli in attesa di recuperare i crediti d’imposta acquisiti. A questi si affiancano soluzioni di factoring per il sostegno ai fornitori e un’expertise consolidata in materia di leasing grazie a Crédit Agricole Leasing, al primo posto in Italia per importo finanziato nel comparto delle energie rinnovabili.
Al tempo stesso, la Banca potrà offrire alle aziende associate a Confartigianato Imprese anche una consulenza esperta per accompagnarli lungo tutto il processo, fino alla liquidazione dei crediti maturati.
Gli associati, inoltre, potranno beneficiare dell’accesso alle agevolazioni del Fondo Centrale di Garanzia e della Garanzia SACE Italia, oltre a poter contare su tutti gli ulteriori accordi che Crédit Agricole Italia ha sottoscritto con i principali Confidi nell’ambito dell’iniziativa “Fidi di Cantiere”.

“L’accordo con Crédit Agricole Italia – ha sottolineato Marco Granelli, Presidente di Confartigianato Imprese – rappresenta una preziosa opportunità per rendere concretamente fruibili dagli artigiani e dalle micro e piccole imprese il Superbonus 110% e gli incentivi fiscali previsti dal Decreto Rilancio, strumenti diffusamente apprezzati e che abbiamo chiesto al Governo di rendere stabili e strutturali al fine di corrispondere alle aspettative delle imprese e dei consumatori. Confidiamo che il supporto finanziario offerto da Crédit Agricole Italia costituisca il primo passo di un proficuo percorso di collaborazione finalizzato al rilancio del nostro sistema imprenditoriale”.

“Le opportunità offerte dal Decreto Rilancio sono importanti e pienamente in linea con il nostro operare di Banca attenta alla sostenibilità e impegnata nella costruzione di una via italiana alla transizione energetica – ha dichiarato Roberto Ghisellini, Vice Direttore Generale di Crédit Agricole Italia. L’accordo con Confartigianato Imprese è per noi un tassello fondamentale per raggiungere le piccole e medie imprese che costituiscono la spina dorsale del sistema economico italiano. Il nostro intento è supportarle nella ripresa in chiave green, affiancandoci alle opportunità messe a disposizione dallo Stato e impegnandoci nella loro concreta realizzazione, confermando così il nostro ruolo come volano per l’economia reale”.

 

Superbonus 110%: online il sito governativo dedicato 

Il Superbonus 110% è una misura di incentivazione introdotta dal D.L. “Rilancio” 19 maggio 2020, n. 34, che punta a rendere più efficienti e più sicure le nostre abitazioni. 

L’incentivo consiste in una detrazione del 110% che si applica sulle spese per interventi di efficientamento energetico (Super Ecobonus) o per quelli di adeguamento antisismico (Super Sismabonus) sostenute dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2022.

I beneficiari possono scegliere se utilizzare direttamente la detrazione al 110%, pagando meno tasse e recuperando in cinque anni più di quanto hanno speso (in quattro per le spese sostenute nel 2022), cedere il credito d’imposta a terzi, ottenendo subito liquidità, o esercitare l’opzione dello sconto in fattura, effettuando i lavori senza alcun esborso monetario.

All'indirizzo http://www.governo.it/superbonus da oggi è on line il sito dedicato al Superbonus 110%, fortemente voluto dal Sottosegretario Riccardo Fraccaro, dove, oltre a tutte le informazioni sui requisiti e su come ottenere la detrazione, è presente una sezione FAQ (risposte alle domande frequenti), a cura di Agenzia delle Entrate ed Enea, e la possibilità di inviare i propri quesiti.

 

Decreti attuativi

Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale il 5 ottobre 2020 sono diventati operativi i decreti riguardanti il Superbonus e il Sismabonus al 110%, introdotti dal decreto Rilancio. I decreti ministeriali definiscono i requisiti tecnici per l'accesso alle detrazioni fiscali e i moduli per le asseverazioni sugli interventi di efficientamento energetico.

Si possono consultare e scaricare qui di seguito

DM 6 agosto 2020 Requisiti tecnici

DM 6 agosto 2020 Requisiti Asseverazioni

Superbonus 110% e cessione del credito

E' stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge 17 luglio 2020, n. 77, di conversione con modifiche del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (cosiddetto Decreto Rilancio).

In tale ambito si consolidano le norme relative al cosiddetto “superbonus” per l’adeguamento sismico degli edifici (sisma bonus) e il miglioramento energetico (eco bonus), con la conferma della misura del 110%, già prevista per le prime case e in condominio anche per le seconde case, ora estesa anche alle seconde case composte da una o due unità immobiliari dello stesso proprietario (villette mono o bifamiliari) con l’esclusione solo degli edifici di lusso (castelli, ville e abitazioni di lusso). Si potrà usufruire del bonus anche per gli interventi di demolizione e ricostruzione.

Nell’ambito delle misure introdotte, è stata confermata la possibilità di cessione del credito anche alle Banche e ad altri istituti di credito. Il Sistema nazionale di Confartigianato sta individuando adeguati partner bancari che possano assicurare l’acquisto del credito ed in tal senso si è rivolto prioritariamente ad Artigiancassa e al Gruppo Iccrea. Ha inoltre istituito un partenariato con Harley & Dikkinson, che al momento garantisce una piattaforma dedicata a Confartigianato per la gestione completa di tutto il processo fiscale, finanziario e documentale legato agli interventi di efficientamento energetico svolti dalle imprese associate, anche su operazioni dall’importo limitato (privati – villette) ed in relazione non soltanto al “superbonus” ma a tutte le altre ordinarie detrazioni di cui all’articolo 121 del DL Rilancio.

In particolare, a fronte dell’opportunità derivante dal Decreto Rilancio, Harley & Dikkinson, in qualità di arranger dell’operazione di cessione e collettore tra il sistema imprenditoriale e quello finanziario è in grado di:

  • Garantire l’intero processo di cessione;
  • Trovare il partner finanziario per assicurare l’eventuale prestito “bridge” (liquidità) alle imprese;
  • Segnalare la banca interessata all’acquisto del credito di imposta.

In relazione a questo, contiamo quanto prima di mettervi a conoscenza dei contenuti di dettaglio dell’accordo e delle relative modalità di accesso allo strumento che attualmente è in corso di perfezionamento.

Alleghiamo qui di seguito la specifica guida fiscale pubblicata dall’Agenzia delle Entrate ed i primi chiarimenti esplicativi.

 

Iniziativa Superbonus Artigiancassa

 

Agenzia delle Entrate: Guida Superbonus 110%